Pubblicato da:Eurodesk Italy
Ultimo aggiornamento:04-06-2019

Roaming nell'UE - pago quando uso il cellulare all'estero?

Roaming nell'UE - pago quando uso il cellulare all'estero?

Le norme dell'UE sul roaming a tariffa nazionale (" roam like at home") consentono di utilizzare il cellulare all'estero in qualsiasi altro paese dell'UE senza dover pagare tariffe aggiuntive di roaming. Le norme si applicano alle chiamate (a telefoni cellulari e fissi), all'invio di messaggi di testo (SMS) e all'uso di servizi di dati all'estero. Queste disposizioni si applicano anche quando si ricevono chiamate o messaggi in roaming anche se la persona che chiami usa un altro prestatore di servizi.

Per l'uso di questi servizi quando viaggi nell'UE paghi lo stesso prezzo che ti verrebbe applicato nel tuo paese. In pratica, il tuo operatore addebita o detrae il consumo in roaming dai volumi del tuo piano tariffario / pacchetto nazionale.

Condizioni
Le norme sul " roam like at home" sono intese per coloro che viaggiano occasionalmente al di fuori del paese in cui vivono o hanno vincoli, ovvero quello in cui lavorano o studiano. Non vanno interpretate come alternativa al roaming permanente. Per poter usufruire del roaming a tariffa nazionale quando si viaggia all'interno dell'UE occorre infatti trascorrere più tempo o utilizzare più spesso il telefono cellulare nel proprio paese che all'estero. Questo viene considerato un "uso corretto dei servizi di roaming".

Se usi il cellulare all'estero in modo permanente, il tuo operatore potrebbe applicare delle tariffe aggiuntive di roaming, che comunque prevedono dei massimali (vedere sotto "Politica dell'uso corretto").

Quando ti rechi in un altro paese dell'UE riceverai dal tuo operatore di telefonia mobile un messaggio per informarti che sei in modalità roaming e ricordarti della sua politica dell'uso corretto.

Politica dell'uso corretto
Gli operatori di telefonia mobile possono applicare la cosiddetta "politica dell'uso corretto" per garantire che tutti i clienti abbiano accesso e possano beneficiare delle norme sul roaming a tariffa nazionale (vale a dire dei servizi di roaming regolamentati a prezzi nazionali) quando viaggiano nell'UE. Gli operatori sono tenuti ad applicare meccanismi di controllo equi, ragionevoli e proporzionati per evitare un uso abusivo delle norme.

Politica dell'uso corretto e limiti per i dati
Le norme sul roaming a tariffa nazionale prevedono l'assenza di restrizioni sui volumi per le chiamate vocali e gli SMS, ma il mantenimento di regole e limiti per l'uso dei dati a tariffa nazionale a seconda del tipo di contratto sottoscritto.

In alcuni casi specifici (vedere sotto), al di là di un volume ragionevolmente elevato di roaming dati a tariffa nazionale, potrebbe essere applicato un sovrapprezzo pari al massimale previsto per i prezzi all'ingrosso in tutta l'UE (per il 2019 4,50 euro per GB di dati, IVA esclusa).Il prezzo all'ingrosso per il roaming rappresenta il prezzo massimo che l'operatore nazionale deve pagare a quello estero quando usi i servizi di roaming dati.

Limiti per i dati: carte prepagate
Se hai una carta prepagata(e quindi acquisti in anticipo un credito per usare il cellulare), paghi la tariffa nazionale quando sei in roaming. Tuttavia, il tuo operatore mobile può applicare un limite ai dati per il roaming a tariffa nazionale se paghi per unità e il prezzo nazionale per unità di dati è inferiore a 4,50 euro per GB .

Se il tuo operatore di telefonia mobile applica un limite al volume di dati per il roaming a tariffa nazionale, il limite dovrebbe corrispondere almeno al volume ottenuto dividendo per 4,50 euro il credito rimanente sulla carta prepagata non appena cominci ad usare i servizi di roaming dati. Otterrai lo stesso volume per il quale hai effettuato il pagamento anticipato. Naturalmente puoi aumentare il credito mentre usi la carta in roaming.

Limiti per i dati: pacchetti nazionali con un volume di dati limitato
Se il tuo pacchetto nazionale comprende anche una dotazione dati, quest'ultima è pienamente disponibile quando sei in roaming a tariffa nazionale, senza ulteriori spese. Ciò significa che la tua dotazione nazionale è il tuo limite quando sei in roaming.

Tuttavia, se paghi un prezzo unitario di dati mobili molto basso (inferiore a 2,25 euro/GB nel 2019), il tuo operatore potrebbe applicare un limite di "uso corretto" per i dati che è inferiore alla tua dotazione nazionale quando usi il roaming. Il limite viene calcolato sulla base del prezzo al dettaglio del pacchetto nazionale di servizi mobili, come nel caso dei dati illimitati (vedere sotto). L'operatore è tenuto a informarti preventivamente del limite e ad avvisarti nel caso in cui venga raggiunto. Non dimenticare che puoi continuare con il roaming di dati, ma il tuo operatore applicherà un sovrapprezzo, che corrisponderà al massimale per i dati all'ingrosso = 4,50 euro / GB + IVA nel 2019. I massimali caleranno ulteriormente dopo il 2019.

Limiti per i dati: pacchetti nazionali con un volume di dati illimitato
Se il tuo contratto prevede il pagamento di una tariffa mensile fissa e un pacchetto con un volume di dati illimitato, l'operatore di telefonia mobile è tenuto a fornirti un volume consistente di dati in roaming a tariffa nazionale. L'entità esatta dipende dal prezzo del pacchetto. Il volume dei dati in roaming deve essere pari almeno al doppio del volume ottenuto dividendo per il massimale previsto per i prezzi all'ingrosso ( 4,50 euro nel 2019, IVA esclusa) il prezzo del pacchetto di servizi di telefonia mobile.Ad esempio: paghi 40 euro (IVA esclusa) per il tuo pacchetto di servizi mobili con chiamate, SMS e dati senza limiti. Quando usi il roaming alle tariffe nazionali nell'UE, hai chiamate ed SMS illimitati e almeno 17,7 GB di dati (2x (40 euro/ 4,50 euro) = 17,7).

L' operatore è tenuto a fornirti informazioni chiare su questo monte dati disponibile con il roaming a tariffa nazionale. Se lo superi in modalità roaming il sovrapprezzo corrisponderà al massimale previsto per i prezzi all'ingrosso, vale a dire 4,50 euro per GB (IVA esclusa) nel 2019. I massimali caleranno ulteriormente dopo il 2019.

Altri contratti
Gli operatori possono anche offrire contratti senza servizi di roaming, oppure appositi contratti alternativi per il roaming con tariffe che esulano dalla normativa sul roaming a tariffa nazionale (ad esempio per i paesi extra UE), ma queste opzioni vanno lasciate alla scelta del cliente. Poiché gli operatori sono liberi di offrire tariffe più basse, ti consigliamo di cercare l'offerta più adatta alle tue esigenze specifiche.

Politica dell'uso corretto: monitoraggio
Nell'ambito della politica sull'uso corretto, il tuo operatore ha la possibilità di monitorare e verificare la tua attività di roaming negli ultimi 4 mesi. Se, nel corso di tale periodo, hai trascorso più tempo all'estero che nel tuo paese el'uso in roaming supera l'uso nazionale , l'operatore può contattarti e chiederti di chiarire la tua situazione. Avrai 14 giorni per farlo. Se continui a trascorrere più tempo all'estero e a ricorrere più al roaming che al traffico nazionale, l'operatore potrebbe iniziare ad applicare un sovrapprezzo al consumo in roaming. I sovrapprezzi sono soggetti ai seguenti massimali (IVA esclusa):

3,2 centesimi al minuto per ogni chiamata vocale effettuata
1 centesimo al minuto per ogni SMS
4,50 euro per GB di dati (nel 2019).
Il massimale per i dati verrà ridotto progressivamente dal 1° gennaio di ogni anno come segue: 3,50 euro, 3 euro e 2,50 euro nel 2022. Il massimale verrà rivisto a seguito di un'analisi dei mercati all'ingrosso nel 2019.

Politica dell'uso corretto: lavoratori transfrontalieri
Se vivi in un paese dell'UE, ma lavori in un altro, puoi scegliere un operatore di telefonia mobile di uno dei due paesi ed avvalerti del roaming a tariffa nazionale con una carta SIM del paese in cui vivi o di quello in cui lavori. La politica dell'uso corretto si applica al roaming a tariffa nazionale: finché ti connetti almeno una volta al giorno alla rete del tuo operatore nazionale, conta come un giorno di presenza nel paese in cui hai sottoscritto il contratto (anche se vai all'estero quello stesso giorno).

Chiamare un altro paese dell'UE da casa
La normativa dell'UE limita anche l'importo che ti può essere addebitato quando fai una chiamata o invii un SMS dal tuo paese verso un altro paese dell'UE. Possono addebitare un massimo di 0,19 euro (+ IVA) al minuto per le chiamate verso un altro paese dell'UE e un massimo di 0,06 euro (+ IVA) per gli SMS inviati verso un altro paese dell'UE.

Ricorda che, quando chiami un altro paese dell'UE in roaming all'interno dell'UE, si applica la tariffa che paghi per le telefonate nazionali nel tuo paese.

Scheda tratta da: https://europa.eu/youreurope/citizens/consumers/internet-telecoms/mobile-roaming-costs/index_it.htm

Siti di Riferimento

Roaming nell'UE - pago quando uso il cellulare all'estero?