You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
La bussola per i tuoi viaggi all'estero
Ultimo aggiornamento: 28-07-2022 | Pubblicato da: Eurodesk Italy

Passaporto - tutto quello che c'è da sapere

Passaporto - tutto quello che c'è da sapere


Secondo gli ultimi dati della Henley Passport Index, che periodicamente valuta i passaporti di tutti i Paesi, il potere del passaporto è strettamente collegato al livello di pace di un Paese.
Infatti, i Paesi in cui il passaporto ha meno potere risultano essere alcuni di quelli in cui i conflitti attivi perdurano nel tempo: Afghanistan, Iraq e Siria.
Al contrario, nonostante molti dei Paesi Europei compaiano nella top ten per il potere del passaporto, sul podio si confermano Giappone, Singapore e Sud Korea.
Infine, secondo la ricerca, l'Islanda è il Paese con il passaporto più potente rapportato al suo livello di pace.

Ma perché il passaporto è così importante e a cosa serve? Proviamo a rispondere qui.

Il passaporto è un documento di viaggio, di identità e riconoscimento. Si tratta di un documento personale che serve a controllare le persone in entrata e uscita dal paese. Tuttavia, i cittadini italiani con carta di identità italiana, possono viaggiare all'interno dell'Unione Europea con la sola carta d'identità valida per l'espatrio. Per tutte le altre mete è necessario avere il passaporto. 

Costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato con microchip in copertina (per questo motivo viene chiamato elettronico), il passaporto contiene le informazioni generali del titolare, in particolare dati anagrafici, foto e impronte digitali.

A pagina 2 del libretto è presente la firma digitalizzata, fatta eccezione per le sotto elencate categorie:

  • Minori di anni 12;
  • Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà);
  • Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l'apposizione della firma;

In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura "esente" scritta anche in lingua inglese e francese. Per i minori oltre ai cambiamenti già intervenuti, è ora previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile richiedere l'iscrizione del figlio minore sul passaporto del genitore.
Per maggiori informazioni sul passaporto per minorenni, rimandiamo a questo link.

Da chi viene rilasciato?
In base alla Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari (1963), una delle funzioni consolari consiste nel “concedere passaporti e documenti di viaggio ai cittadini dello Stato d’invio, come anche visti e documenti appropriati alle persone che desiderano recarsi in questo Stato”.
In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato ai cittadini, da tutte le Questure in Italia ed all'estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.

Chi può richiederlo?
Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani e per i maggiorenni ha durata decennale. Alla scadenza della validità, riportata all'interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l'emissione di un nuovo passaporto.

Come e dove presentare la domanda?
Per richiedere il passaporto, è necessario consultare il sito di Agenda passaporto https://www.passaportonline.poliziadistato.it - il servizio della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto e per prenotare ora data e luogo per presentare la domanda, eliminando le lunghe attese negli uffici di polizia.
Se le date disponibili online sono terminate e ci sono urgenze adeguatamente motivate  - tra cui lavoro, salute e studio - è possibile rivolgersi direttamente alla Questura o Commissariato del proprio Comune.

La domanda per il rilascio (attenzione a compilare quella che occorre scegliendo tra il modulo per i maggiorenni e quello per i minorenni) può essere presentata presso la Questura, l'Ufficio Passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza o la Stazione dei Carabinieri del luogo di residenza o di domicilio o di dimora secondo quanto disposto dalla legge 21 novembre 1967 n. 1185 art.6.

Chi intende richiedere il passaporto presso il luogo di domicilio e non presso quello di residenza, deve tenere presente che per effettuare correttamente i controlli previsti dalla legge ci sono alcune condizioni ed in particolare la dimostrazione del domicilio o dimora in comune diverso da quello di residenza e le ragioni che giustifichino il perché non ci si rechi alla Questura di residenza per richiedere il passaporto. Soprattutto va considerato che si allungheranno i tempi di rilascio poiché lo stesso sarà subordinato al nulla osta al rilascio che dovrà essere richiesto alla Questura di residenza.

I cittadini italiani all'estero che devono richiedere il passaporto devono invece consultare questa pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito  della Polizia di Stato https://www.poliziadistato.it/articolo/il-rilascio da cui è tratta questa questa.

Siti di Riferimento

Registrati al Portale dei Giovani!

Utenti Privati

Registrati per tenere traccia di ciò che consulti, salvando le notizie più interessanti tra i preferiti

Enti e Organizzazioni

Registra la tua organizzazione per poter pubblicare e promuovere i tuoi eventi e/o le opportunità