Pubblicato da:Eurodesk Italy
Ultimo aggiornamento:02-10-2020

Attivazione dello strumento SURE da €100 miliardi

Attivazione dello strumento SURE da €100 miliardi

La Commissione plaude all'attivazione dello strumento SURE, che fornirà fino a €100 miliardi di sostegno finanziario per contribuire a proteggere i posti di lavoro e i lavoratori colpiti dalla pandemia di coronavirus. L’attivazione fa seguito al completamento delle procedure nazionali di approvazione e alla firma da parte di tutti gli Stati membri degli accordi di garanzia con la Commissione per un valore totale di €25 miliardi. L'impegno volontario a fornire garanzie è un'importante espressione di solidarietà di fronte a una crisi senza precedenti. Le garanzie sono necessarie per aumentare il volume dei prestiti che possono essere erogati agli Stati membri salvaguardando nel contempo l’ottimo rating di credito e la posizione forte dell'Unione sui mercati internazionali dei capitali.

La Commissione ha già presentato al Consiglio proposte di decisioni relative alla concessione di un sostegno finanziario di 87,3 miliardi a 16 Stati membri nel quadro dello strumento SURE. Una volta che il Consiglio avrà adottato le proposte, il sostegno finanziario sarà fornito sotto forma di prestiti concessi dall'UE agli Stati membri a condizioni favorevoli. I prestiti aiuteranno gli Stati membri ad affrontare l'improvviso aumento della spesa pubblica per preservare l'occupazione nel contesto della crisi del coronavirus. In particolare, aiuteranno gli Stati membri a coprire i costi direttamente connessi al finanziamento dei regimi nazionali di riduzione dell'orario lavorativo e di altre misure analoghe messe in atto in risposta alla pandemia, soprattutto a sostegno dei lavoratori autonomi. SURE può finanziare anche misure di natura sanitaria, in particolare sul posto di lavoro, attuate per garantire un ritorno sicuro alla normale attività economica.

 

Siti di Riferimento

Attivazione dello strumento SURE da €100 miliardi