Questa News è Scaduta.
Pubblicato da:Eurodesk Italy
Ultimo aggiornamento:18-12-2018

6 azioni con cui l’UE ha migliorato la nostra vita digitale nel 2018

6 azioni con cui l’UE ha migliorato la nostra vita digitale nel 2018

Viaggiare, fare shopping, guardare e chiamare in tutta Europa senza barriere o costi aggiuntivi. Questo è lo scopo del mercato unico digitale europeo ed è ciò per cui il Parlamento sta lavorando.
Ecco 6 azioni già realizzate:

  • Stop al reindirizzo automatico durante lo shopping online: dal 3 dicembre 2018, i consumatori non avranno mai più a che fare con il geo-blocking (la restrizione che impone il re-indirizzamento automatico alla pagina “localizzata” nel paese da cui si naviga). 
  • Migliorare le consegne transfrontaliere: per avere spedizioni più convenienti ed efficienti verso gli altri paesi europei, nel marzo del 2018 gli eurodeputati hanno adottato nuove norme che rendono il mercato delle consegne nell’UE più trasparente e aperto a una competizione equa.
  • Accesso ai propri contenuti a pagamento in tutta Europail regolamento per la portabilità si applica a tutti gli stati membri dell’UE, permette ai consumatori di accedere ai propri abbonamenti e servizi di streaming proprio come se fossero a casa propria anche mentre si trovano in viaggio nell’UE. Queste norme si applicano a tutti i provider che offrono servizi di contenuti online a pagamento.
  • Finanziamenti per il Wi-Fi gratuito nei luoghi pubblici: WIFI4EU, uno schema di finanziamento promosso per rendere la connettività Wi-Fi gratuita negli spazi pubblici in Europa, ha aperto le registrazioni dal 2018.
  • Le norme in arrivo per chiamate internazionali più economiche e 5G: a novembre, gli eurodeputati hanno votato a favore del pacchetto telecomunicazioni che prevede di fissare un tetto massimo di 19 centesimi al minuto per le chiamate tra i paesi europei e di 6 centesimi per i messaggi di testo a partire dal 15 maggio 2019. 
  • GDPR: il regolamento generale sulla protezione dei dati.

Siti di Riferimento

6 azioni con cui l’UE ha migliorato la nostra vita digitale nel 2018