Pubblicato da:Eurodesk Italy
Ultimo aggiornamento:30-07-2018

"Mobilità dei giovani volontari in Europa" - pubblicato lo studio del Comitato delle Regioni

L'obiettivo principale dello studio "Mobilità dei giovani volontari in Europa" è quello di esaminare i problemi concettuali e pratici che ostacolano la mobilità dei giovani volontari in Europa. Lo studio è stato avviato in seguito all'elaborazione del parere del Comitato delle regioni sulla "Proposta di raccomandazione del Consiglio relativa alla mobilità dei giovani volontari in Europa". 
Il Comitato aveva evidenziato la mancanza di una ricerca approfondita sul volontariato, che potesse fornire le informazioni necessarie a definire una nuova politica adeguata alla realtà del volontariato giovanile in Europa. Occorreva quindi una ricerca che analizzasse a fondo i diversi sistemi esistenti, le leggi e le normative vigenti nei vari Stati membri in materia di lavoro volontario, i desideri dei (potenziali) giovani volontari e gli ostacoli che essi incontrano, e i benefici del volontariato per i giovani che svolgono questa attività, per le loro regioni d'origine e per quelle in cui essi operano. Lo studio esamina tutti questi temi.
Il volontariato è un argomento relativamente poco studiato, sebbene negli ultimi decenni sia aumentato l'interesse nei confronti di questo settore. La mobilità transfrontaliera dei volontari è particolarmente difficile da analizzare a causa della mancanza di dati adeguati. È difficile comparare i dati esistenti, dal momento che i metodi di definizione delle attività di volontariato e le tecniche utilizzate per la raccolta dei dati differiscono notevolmente da un paese all'altro. Il presente studio rappresenta uno dei pochi tentativi di raccogliere questa sfida. 

Il documento contiene uno Studio analitico sull'Italia
La compagine dei volontari in Italia è notevole anche se, secondo gli ultimi dati disponibili dell'Istituto nazionale di statistica, la maggior parte dei volontari italiani è costituita da adulti occupati (52,2 %) di età compresa tra i 30 e i 54 anni (41,1 %), in possesso di diploma di maturità o di laurea (57,2 %)356. Tra i giovani italiani si registra infatti un crescente distacco dai temi sia politici che sociali. Pertanto, negli ultimi dieci anni, è stata rivolta maggiore attenzione alla promozione del volontariato e della cittadinanza attiva tra i giovani. Tuttavia, le politiche in materia di volontariato non sono ancora direttamente collegate a livello istituzionale alle politiche per i giovani. 

Per scaricare il documento per intero clicca qui

Contatti

European Committee of the Regions
Bâtiment Jacques Delors
Rue Belliard 99-101
B - 1040 Brussels
Tel: +32 2 282 22 11
Fax: +32 2 282 23 25

Siti di Riferimento