Pubblicato da:Eurodesk Italy
Ultimo aggiornamento:10-01-2017

Erasmus+ Partenariati strategici (KA2) Settore Gioventù - Prossima scadenza 2 Febbraio

Erasmus+ Partenariati strategici  (KA2) Settore Gioventù - Prossima scadenza 2 Febbraio

I partenariati strategici mirano a sostenere lo sviluppo, il trasferimento e/o l'attuazione di pratiche innovative, nonché l'attuazione di iniziative congiunte e la promozione dell'apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze a livello europeo nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù.

A seconda degli obiettivi e della composizione i partenariati strategici possono dar vita a due tipi di progetto:
- Partenariati strategici a sostegno dell'innovazione:
Il progetto deve sviluppare risultati innovativi e/o svolgere un'intensa attività di diffusione e di valorizzazione di modelli o idee innovative esistenti. In questo caso, nella candidatura può essere richiesto un budget specifico per la realizzazione di tali opere d'ingegno e per i relativi eventi moltiplicatori, così da poter corrispondere effettivamente all'aspetto innovativo di questa Azione. Questo tipo di progetti è aperto a tutti i campi dell'istruzione, della formazione e della gioventù.
-  Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche:
Scopo primario di questi progetti è creare o consolidare reti, incrementandone la capacità di operare a livello transnazionale, condividere e confrontare idee, pratiche e metodi. Anche questi Partenariati possono produrre risultati finali, che devono essere diffusi in maniera proporzionale agli obiettivi e alla dimensione del progetto. Tali risultati non hanno un budget specifico dedicato, ma devono essere realizzati con i fondi previsti per gestione e l'attuazione del progetto. Il settore dell'istruzione superiore è escluso da questo tipo di progetto.

Indipendentemente dal tipo di progetto scelto e dal suo ambito di intervento, i partenariati strategici sono aperti a qualsiasi tipo di organizzazione attiva in qualsiasi settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici, nonché a organizzazioni che svolgono attività trasversali ai diversi settori (ad esempio, enti locali e regionali, centri di riconoscimento e certificazione, camere di commercio, organizzazioni professionali, centri di orientamento, organizzazioni culturali). A seconda della priorità e dell'obiettivo del progetto, i partenariati strategici dovrebbero coinvolgere partner diversificati e più adatti al fine di trarre vantaggio dalle loro diverse esperienze, profili e competenze specifiche e di produrre risultati pertinenti e di alta qualità.

Per essere finanziati i partenariati strategici devono riguardare a) almeno una priorità orizzontale o b) almeno una priorità specifica di settore pertinente all'ambito dell'istruzione, della formazione e dalla gioventù maggiormente interessato,
Per conoscere le priorità consultare la Guida a pagina 134, 135. Tra queste priorità, le Agenzie nazionali possono dare maggiore considerazione a quelle che risultano particolarmente rilevanti nel proprio contesto nazionale ("Priorità europee nel contesto nazionale").
Le Agenzie nazionali devono informare debitamente i potenziali candidati attraverso i propri siti web ufficiali.

Chi può presentare domanda
Le organizzazioni partecipanti possono essere organizzazioni pubbliche o private con sede in un Paese del Programma o in qualsiasi Paese Partner del mondo.

I Partenariati Strategici sono transnazionali e coinvolgono un minimo di tre organizzazioni da tre diversi Paesi del Programma:
- 28 Stati membri dellUnione Europea;
- paesi EFTA/EEA: Islanda, Liechtenstein, Norvegia;
- paesi candidati UE: Turchia, ex Repubblica Yugoslava di Macedonia;

Tuttavia, i seguenti progetti possono coinvolgere due organizzazioni da almeno due Paesi del Programma:
1. Partenariati Strategici che coinvolgono solamente scuole;
2. Partenariati Strategici che promuovono cooperazione tra autorità scolastiche locali/regionali e coinvolgano minimo due autorità scolastiche locali/regionali da due diversi Paesi del Programma. Da ciascun rispettivo paese, il partenariato deve comprendere inoltre almeno:
-una scuola; e
-unorganizzazione locale attiva in altri settori dellistruzione, la formazione e la gioventù o nel mercato del lavoro.
3. Partenariati Strategici nel settore giovanile.

Destinatari
- Studenti iscritti presso un istituto di istruzione superiore che rilascia un diploma di laurea riconosciuto o unaltra qualifica riconosciuta per un livello di studi universitari, fino a comprendere il livello di dottorato (Programmi Intensivi di Studio e attività di mobilità integrate);
- Studenti che svolgono un apprendistato, studenti VET, discenti adulti, e giovani nella mobilità integrata;
- Studenti di qualsiasi età, accompagnati da personale scolastico (scambi a breve termine di gruppi di studenti);
- Studenti a partire dai 14 anni, iscritti presso un istituto che partecipa ad un Partenariato Strategico (mobilità di studio a lungo termine per studenti);
- Professori, insegnanti, formatori e personale educativo e amministrativo impiegato presso unorganizzazione partecipante, animatori giovanili.

Attività
Le attività possono essere:

- Mobilità integrata che unisce mobilità fisica a breve termine (meno di 2 mesi) con mobilità virtuale;
- Scambi a breve termine di gruppi di studenti (da 5 giorni a 2 mesi);
- Programmi Intensivi di Studio (da 5 giorni a 2 mesi);
- Mobilità a lungo termine di studenti (da 2 a 12 mesi);
- Incarichi a lungo termine di insegnamento e formazione (da 2 a 12 mesi);
- Mobilità a lungo termine di animatori giovanili (da 2 a 12 mesi);
- Eventi a breve termine congiunti di formazione per il personale (da 5 giorni a 2 mesi).

Durata
I progetti nel settore della gioventù devono avere una durata dai 6 mesi ai 3 anni. Altri tipi di progetti devono avere una durata da un minimo di 2 e un massimo di 3 anni. In casi eccezionali, la durata di un Partenariato Strategico può essere estesa, su richiesta del beneficiario e d'accordo con l'Agenzia Nazionale, fino a 6 mesi e a patto che l'intera durata non superi i 3 anni. In quei casi , la sovvenzione totale non cambia. In tutti i casi, i progetti devono avere termine al massimo al 31 Agosto 2018.

Attività ammissibili 
Le attività possono essere:
- Mobilità integrata che unisce mobilità fisica a breve termine (meno di 2 mesi) con mobilità virtuale;
- Scambi a breve termine di gruppi di studenti (da 5 giorni a 2 mesi);
- Programmi Intensivi di Studio (da 5 giorni a 2 mesi);
- Mobilità a lungo termine di studenti (da 2 a 12 mesi);
- Incarichi a lungo termine di insegnamento e formazione (da 2 a 12 mesi);
- Mobilità a lungo termine di animatori giovanili (da 2 a 12 mesi);
- Eventi a breve termine congiunti di formazione per il personale (da 5 giorni a 2 mesi).

Come presentare un progetto
La  candidatura avviene attraverso un modulo di candidatura elettronico, e-form, predisposto dalla Commissione europea comune a tutti i Paesi. Per maggiori informazioni leggere le informazioni contenute nel portale italiano del programma (www.erasmusplus.it). 

Scadenze 2017
Per Partenariati nel settore gioventù può presentare la candidatura qualsiasi organizzazione pubblica o privata con sede in un Paese del Programma, all'Agenzia nazionale entro
- 2 febbraio ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° giugno e il 30 settembre dello stesso anno;
-  26 aprile ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° settembre e il 31 gennaio dello stesso anno;
- 4 ottobre ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° febbraio e il 31 maggio dell'anno seguente.

Per ulteriori informazioni prendere in visione la Guida del programma Erasmus+ o contattare l'Agenzia nazionale competente. 

Fonte dell'informazione: Database Eurodesk dei Programmi Europei. 

Contatti

Agenzia Nazionale per i Giovani
Via Sabotino 4
00195 Roma
Telefono: +39 06.37591201
Email: comunicazione@agenziagiovani.it
www.agenziagiovani.it

Erasmus+ Partenariati strategici  (KA2) Settore Gioventù - Prossima scadenza 2 Febbraio